Grand Hotel Adriatico - Firenze

Prenota qui:
conviene!

  • Minibar Gratuito
  • Cantucci di Prato
  • Cancellazione entro 24 ore gratuita

Miglior Tariffa Garantita

Il calcio in costume: un tuffo nell’anima più antica di Firenze

Ogni tradizione con radici storiche di grande importanza ha spesso dei contorni rudi e cruenti. Bisogna però calarsi nel tempo in cui certe pratiche erano espressione del potere del tempo, sia cittadino che proprio di alcune famiglie.

Lasciate che vi racconti del Calcio Storico Fiorentino e di cosa rappresenti per noi ancora oggi.

La storia della Toscana è ricca di antichi giochi di grande partecipazione popolare: il Palio di Siena, la Giostra del Saracino di Arezzo e …il CALCIO STORICO FIORENTINO, che ancora oggi sopravvivono ai cambiamenti e al tempo.

Prima di raccontarvi la nostra passione vi suggerisco di vedervi un breve video su una delle partite che animano Firenze a Giugno https://www.youtube.com/watch?v=Mm_7iA8uDZc

 

E ora? Non siete curiosi di capire il perché di tanto amore dei Fiorentini verso un gioco cosi rude?

Provo a raccontarvelo…

 

È storia nota: il calcio in Italia è una radicata passione che attraversa generazioni e classi sociali, infuocando gli animi dal Nord al Sud.

A Firenze però abbiamo un’altra competizione che ci entusiasma moltissimo, forse anche più del campionato nazionale. Si tratta delle partite del calcio storico fiorentino – o calcio in costume – che si disputano nel mese di giugno, concludendosi con la finalissima nel giorno della festa del patrono, San Giovanni Battista il 24 Giugno. Un evento che, da autentica fiorentina quale sono, attendo tutto l’anno con un misto di trepidazione, orgoglio e puro entusiasmo.

Perché per noi il calcio in costume è molto più di uno sport, è appartenenza alla città, fierezza e attaccamento ai valori dell’antico spirito fiorentino.

 

Origini e tradizioni

La tradizione narra che l’origine del calcio storico fiorentino ponga le sue basi nella storia dell’Impero Romano: il carattere virile, le regole e il terreno di gioco sembrano, in effetti, avvalorare la tesi che lo fa risalire ad un gioco di allenamento dei legionari romani. Ancora oggi come ai tempi dei romani, il Calcio in Costume si gioca su campi sabbiosi e da uomini con fisici che richiamano alla memoria i Gladiatori.

Il Calcio Storico è detto anche in Costume perché durante il Rinascimento i calcianti erano nobili e importanti membri della città di Firenze, anche i figli della famiglia Medici sono stati dei Calcianti in piena regola, e indossavano colorate livree di moda all’epoca. Insomma, una partita nel 1500 era anche una variopinta sfilata in costume (anche se il gioco era molto più movimentato di una sfilata di oggi)!

Nell’età di massimo splendore di questo gioco, moltissime furono le partite di cui ci è pervenuta testimonianza. Una su tutte, però, viene ricordata oggi come fosse allora: la partita giocata il 17 febbraio 1530, durante l’assedio della città.

Firenze era tenuta in ostaggio, dall’estate del 1529, dalle truppe dell’imperatore Carlo V, chiamato dal Papa Clemente VII per ripristinare il governo dei Medici, cacciati dalla città in seguito a rivolte popolari. I fiorentini, stremati dalla fame e dalle difficoltà e come atto di sfida verso l’imperatore, organizzarono un’appassionata partita in Piazza Santa Croce, facilmente visibile dalle colline circostanti dove si trovavano le truppe.

Quella storica partita, di cui non si riporta il risultato, ebbe un valore significativo per l’intera popolazione: una dimostrazione della fierezza dei fiorentini e dell’atteggiamento combattivo di fronte alle difficoltà. Una forma mentis rimasta tuttora invariata, ve lo posso confermare: siamo un popolo estremamente tenace.

La partita del 1530 è quella che i nostri calcianti rievocano ogni 24 giugno nella suggestiva e affollata Piazza Santa Croce.

 

Il calcio storico oggi, tra festa e tradizione

Ogni anno, a Giugno i fiorentini rispolverano gli antichi sfarzi degli storici quartieri del centro.

4 sono i rioni storici e 4 i colori di cui si tinge Firenze nel mese di Giugno: Bianchi di Santo Spirito, i Rossi di Santa Maria Novella, gli Azzurri di Santa Croce e i Verdi di San Giovanni – che si fronteggiano nelle 2 partite più la finale del 24 Giugno, giorno di San Giovanni Battista santo protettore della città. Durante tutto il mese molte sono le feste e le cene, nei rioni che sembrano tornare allo spirito fiorentino più bello.

Le partite sono tutte precedute dal  Corteo Storico in Costume, https://www.facebook.com/corteoRepubblicafi/ , che in tutto il mondo è chiamato insieme agli Sbandieratori di Firenze http://www.sbandieratorifirenze.com/ita/default.asp a rappresentare la nostra nazione. I vicoli della città si riempiono di passione e di pubblico che ammira i colori e la fierezza dei Calcianti delle 4 squadre che salutano i fiorentini accompagnati dal Corteo.

Ogni squadra si compone di 27 giocatori – calcianti – e ogni partita dura 50 minuti, in cui è permesso quasi tutto per impossessarsi della palla e fare caccia (goal) nella rete del campo avversario.

Il premio, oggi come allora, è una vitella di pregiata razza Chianina (quella da cui si ricava la nostra famosa bistecca). Un simbolo quindi dell’amore per le tradizioni che ancora oggi ci contraddistingue.

La celebrazione si conclude a tarda sera con Fochi sparati dal Piazzale Michelangelo, coloratissimi fuochi d’artificio che illuminano la nostra città, rendendola ancora più romantica. Dopo la rude battaglia del Calcio Storico tutti i Calcianti si stringono in amichevoli abbracci commuovendosi alla vista della città illuminata dai fuochi di artificio più belli. Vi ricorda forse il più blasonato Rugby?? Chi sa forse nel Rinascimento qualche inglese è passato da Firenze!!

Il carattere folkloristico e suggestivo del calcio storico ne ha fatto una manifestazione amatissima dai turisti di tutto il mondo, che affollano gli spalti curiosi e concentrati al tempo stesso.

 

Se state pensando a una vacanza a Firenze ad inizio estate, non perdete l’occasione di vivere un’esperienza autenticamente fiorentina. I biglietti per le partite del calcio storico finiscono in fretta, affrettatevi per aggiudicarvene qualcuno…non ve ne pentirete!

 

Ultimi Post
  • +

    Il calcio in costume: un tuffo nell’anima più antica di Firenze

    Ogni tradizione con radici storiche di grande importanza ha spesso dei contorni rudi e cruenti.…
  • +

    Capolavori nel verde: una passeggiata nei giardini monumentali di Firenze

    In una vacanza a Firenze le cose da fare e le attrazioni da vedere non…
  • +

    La Pasqua a Firenze, tra tradizioni e passioni senza tempo

    La Pasqua non è soltanto una festa religiosa, ma già dalle settimane precedenti si respira…
  • +

    Viaggio nella Firenze poco conosciuta: l’Opificio delle Pietre Dure

    Passeggiando per il centro di Firenze, ovunque ti volti un famoso museo, una chiesa romanica…
  • +

    I saldi in Toscana: una coccola invernale

    Il Natale è appena trascorso, l’anno nuovo inizia pigramente, l’Epifania ha ricacciato in soffitta addobbi,…
Prenota Chiama Email