Grand Hotel Adriatico - Firenze

Prenota qui:
conviene!

  • Minibar Gratuito
  • Cantucci di Prato
  • Cancellazione entro 24 ore gratuita

Miglior Tariffa Garantita

Capolavori nel verde: una passeggiata nei giardini monumentali di Firenze

In una vacanza a Firenze le cose da fare e le attrazioni da vedere non mancano, anzi si ha solo l’imbarazzo della scelta!

Tra i palazzi storici e le antiche residenze medicee, i più celebri musei e le cattedrali, per non parlare dei vicoli del centro storico e dei lungarni pieni di sole.

Lo shopping più blasonato si fa nelle boutique tra Via de’ Tornabuoni e Piazza Strozzi, per un espresso condito di eleganza, Piazza della Repubblica e Piazza della Signoria vi accolgono nei caffè storici.

Se però vivrete la città con gli occhi di un fiorentino, vi accorgerete presto che accanto a mura possenti e stemmi rinascimentali siedono polmoni verdi ricchi di fascino e bellezze inaspettate. I giardini monumentali di Firenze sono gemme da esplorare, intarsi di natura da vivere con lentezza e sguardo spalancato.

Il giardino più famoso: Boboli

Sfido chiunque di voi che viene in visita a Firenze a non aver mai sentito parlare del Giardino di Boboli…è quasi impossibile! Complice la posizione centralissima, all’interno del complesso museale di Palazzo Pitti ma accessibile da altri punti in città, e i capolavori scultorei che ospita, il nostro giardino più nobile non passa inosservato. Proprio in virtù della posizione privilegiata, Boboli è molto frequentato dai turisti che si concedono una pausa nel verde tra un museo e l’altro.

I fiorentini lo amano allo stesso modo, o anche di più: io personalmente amo ritagliarmi un’ora o due a settimana, in primavera, per passeggiare tra fontane zampillanti e allegorie in pietra. Il Giardino di Boboli è stato plasmato in 4 secoli di storia per volontà della famiglia Medici, che ringrazio ogni volta per un simile regalo.

Immergetevi in questo museo en plein air armati di curiosità e resterete ammaliati dalla Fontana dell’Oceano del Giambologna, dalla Grotta Grande del Buontalenti e dalla settecentesca Kaffehaus.

 Abbracciare la città al Giardino Bardini

Poco distante da Boboli si colloca un altro giardino degno di una visita (ma anche due!): il parco di Villa Bardini. Entrandoci, vi sentirete in una piccola reggia settecentesca, tra giardini all’inglese, aiuole ordinate e raffinate statue. Intense macchie di colore e fragranze dolcissime provengono dai glicini in fiore.

Ma ciò che apprezzo di più qui è senza dubbio la vista: progettato a terrazzamenti, il giardino assicura un panorama a 360° sul centro cittadino. In un solo sguardo, abbracci la Cupola del Brunelleschi, il nobile profilo di Palazzo Vecchio, i frenetici lungarni e la solenne Chiesa di Santa Croce.

I giardini più romantici: Iris e Rose

Se viaggi in coppia, una passeggiata al Giardino delle Rose è d’obbligo, secondo me. L’atmosfera è di impalpabile magia, data dal soave digradare del Piazzale Michelangelo a fianco, dall’affaccio sulla città e dai profumi dolcissimi nell’aria. Da maggio a luglio, infatti, le fragranze delle oltre 350 specie di rose presenti sbocciano in tutta la loro essenza. Lasciatevi rapire da una romanticissima passeggiata, tra petali incantati e le opere dello sculture Jean-Michel Folon. Non ve ne pentirete!

Anche il Giardino dell’Iris è tutto dedicato a un fiore, il giglio simbolo della nostra città. Data la fioritura brevissima dell’iris, questo parco è aperto meno di un mese all’anno, dal 25 aprile al 20 maggio.

Negli altri periodi, sono disponibili solo visite su appuntamento. Se soggiornate a Firenze in primavera, vi consiglio davvero di ritagliarvi un po’ di tempo per questo giardino dai profumi indescrivibili.

Il verde fuori dal centro: le Cascine

Il giardino delle Cascine si trova un po’ distante dal centro, ma si raggiunge facilmente con i mezzi pubblici e vale sicuramente il viaggio. Molto esteso e curato, vanta un’origine medicea ed è stato a lungo il parco principale della nobile casata fiorentina.

Oggi è frequentatissimo da famiglie, coppie e appassionati di running e ciclismo. Quando ho voglia di una piccola fuga dalla città, il Parco delle Cascine è uno dei mie rifugi preferiti. Vi trovate qui nel più grande parco pubblico fiorentino, ben 130 ettari di frondosi alberi e prati verdissimi in cui correre a perdifiato o oziare al sole.

Passeggiate nei viali interni, cercate con lo sguardo le anatre e gli aironi a specchio sull’Arno, concedetevi un panino sull’erba. Respirate a pieni polmoni.

Ultimi Post
  • +

    Giugno a Firenze: il tripudio della moda

    Accanto alle partite del Calcio Storico Fiorentino, di cui vi ho già parlato, a giugno…
  • +

    Il calcio in costume: un tuffo nell’anima più antica di Firenze

    Ogni tradizione con radici storiche di grande importanza ha spesso dei contorni rudi e cruenti.…
  • +

    Capolavori nel verde: una passeggiata nei giardini monumentali di Firenze

    In una vacanza a Firenze le cose da fare e le attrazioni da vedere non…
  • +

    La Pasqua a Firenze, tra tradizioni e passioni senza tempo

    La Pasqua non è soltanto una festa religiosa, ma già dalle settimane precedenti si respira…
  • +

    Viaggio nella Firenze poco conosciuta: l’Opificio delle Pietre Dure

    Passeggiando per il centro di Firenze, ovunque ti volti un famoso museo, una chiesa romanica…
Prenota Chiama Email